Giorno 65: dolce tentazione…

Ragazzi che mangiata oggi!! 
La mia collega ha deciso di organizzare un compleanno a sorpresa per i 30 anni del suo ragazzo, previste 40 persone…un’infinità di cose da mangiare…ovviamente non tutte ipocaloriche e, ovviamente, non ho cercato di resistere scegliendo solo le cose più leggere, ma ho provato quasi tutto!!
Ma soprattutto c’era una torta spettacolare, fatta con pasta di zucchero a 2 piani!! Di quelle che solo a vederle la glicemia schizza a mille! 
Era uno dei miei sogni di bambina poter mangiare una torta così, di quelle che una volta vedevi solo nei film americani, che avrei ordinato in grandi quantità, spinta dalla mia esagerata golosità, per poi mangiarne solo una fettina minuscola, perché di più non puoi proprio fare…
Nella mia esperienza ho visto solo 2 torte del genere a 2 matrimoni: nel primo la mia fetta non aveva la pasta di zucchero ( perché???) e nel secondo – delusione – la torta era per metà finta e per metà mangiabile…non si fa così!! Non si fa desiderare qualcosa che poi invece è finto!!
Invece questa volta ho potuto soddisfare un vecchio desiderio e tuffarmi in questa torta completamente piena!! Colorata e ricoperta di zucchero…mamma mia! E poi – a differenza delle torte di quel genere che sono sempre belle da vedere ma hanno un gusto “artificiale” – era pure buona!
Potrei dire leggera per quel tipo di torta, ma decisamente da mangiare a piccole dosi…

Bene, dopo questa divagazione dal mio progetto light, non posso non farvi capire di cosa sto parlando..date un’occhiata qui e rifatevi gli occhi!


Menu del giorno
Colazione: 3 fette biscottate con marmellata, tè
Pranzo: risotto con asparagi, mezza mela
Cena: apericena di compleanno con fetta di torta super calorica 😦

Attività fisica: nessuna

Giorno 14: trasformazioni e sorprese

In fondo non è del tutto vero che odio le situazioni di mezzo, perchè questo caos da trasloco è anche creativo, è trasformazione, cambiamento. Poter cambiare quello che per anni è sempre rimasto uguale (nel bene e nel male) è stimolante, farlo insieme alla tua famiglia lo rende costruttivo, crea un legame, un ponte tra passato e futuro. Quando sarà tutto distrutto più che altro starò a guardare il futuro che prende forma e diventa pian piano presente, ora invece ho le “mani in pasta”, sto scegliendo cosa portare con me e cosa no e sto cercando soluzioni per destinare tutto quello che non ritornerà più qui, per non buttare via quasi niente.
E anche questo ha un suo senso e rende tutto più semplice..sapere che a qualcun altro può servire quello che hai, rende più facile separarsene..
Poi ci sono le “sorprese”: quelle cose di cui non sapevi l’esistenza, che erano lì da pima che tu nascessi o che semplicemente avevi perso e ora, magicamente, riappaiono, strappandoti un sorriso, divertito o nostalgico non ha importanza.

Menu del giorno
Colazione: cereali integrali con frutta secca e tè
Pranzo: pinzimonio mania e 1 fetta di ciambella soffice e leggera (ero troppo golosa, non potevo aspettare)
Metà pomeriggio: yogurt e 1 banana
Cena: sformato fantasia, 2 gallette di riso

Attività fisica: anche oggi ho bypassato la palestra e mi sono concessa una più rilassante camminata di un’oretta con amica