Rotolini di zucchine con salmone

Questo piatto io lo mangio d’estate, quando ho voglia di qualcosa di fresco e sfizioso, con varie alternative.

1 zucchino
50 gr. crescenza
Qualche foglia di menta e finocchietto
1 fetta di salmone affumicato

Lavate lo zucchino e tagliatelo a fettine lunghe e sottili (per questa operazione io ho utilizzato un pelapatate), grigliatele sulla piastra. Tritate la menta e il finocchietto e mescolatelo alla crescenza. Fate raffreddare leggermente le fettine, disponetevi sopra uno strato di crescenza ed una strisciolina di salmone. Arrotolate e mangiate! Si, di solite non arrivano mai tutte al piatto 😉

Sushi multietnico

Ecco qui la ricetta del mio sushi multietnico, fatto con salmone norvegese, verza italiana, riso basmati e imitazione della ricetta giapponese. 😉
3 foglie di verza
1 pugno di riso basmati
Finocchietto, menta e zenzero
1 fetta di salmone
Sale

Mettete a scaldare dell’acqua in una pentola. Staccate le foglie di verza facendo attenzione a non romperle, lavatele e, quando l’acqua bolle, mettetele nella pentola, salate e lasciate per 5 minuti.

Mettete il riso basmati in un colino dentro ad una ciotola, versate l’acqua fredda fino a coprirlo, muovete bene con le mani per fa emergere l’amido. Scolate e ripetete l’operazione finché l’acqua non resti limpida. (Mi raccomando, non buttate l’acqua, ma conservatela per lavare i piatti). Lasciate in ammollo per circa mezz’ora.
 Scolate le verze (coprite la pentola con un coperchio per mantenere l’acqua calda per lavare i piatti) e lasciatele asciugare su un canovaccio. 
Mettete il riso in un pentolino e ricoprite con acqua (l’acqua deve superare il riso di 1 dito), accendete la fiamma e chiudete con un coperchio, lasciando una piccola apertura. Salate l’acqua e lasciate cuocere per 12 minuti.
Togliete la parte centrale più dura delle verze e disponetele affiancate su un foglio di carta stagnola. 
Scolate il riso e mescolatelo leggermente con finocchietto e menta tritati ed una spolverata di zenzero.
disponete il riso sulle foglie lasciando circa un cm da tutti i bordi. Adagiate sopra la fetta di salmone, eventualmente spezzettata. Aiutandovi con la carta stagnola iniziate ad arrotolare premendo bene per far aderire gli ingredienti. Lasciate il rotolo avvolto nella carta stagnola per 5 minuti.
Togliete la carta e tagliate a fettine.
Considerazioni
Io non amo mangiare freddo, per cui l’ho mangiato tiepido, accompagnato con pomodorini conditi con olio, sale e origano e mi è piaciuto. La prossima volta vorrei provare ad aggiungere un goccio di aceto balsamico al riso. Se lo provate, fatemi sapere le vostre considerazioni. 🙂

Fajitas di pollo light

Questa ricetta richiede una preparazione abbastanza lunga e, dato che rientra tra gli esperimenti da rivedere, inserirò anche altre versioni da cui potrete trarre ispirazione. Essendo un esperimento, ho fatto soltanto una tortillas, ma qui potete trovare le dosi per 12 pezzi.

Tortillas
20 gr. di farina (ci vorrebbe la masa harina ma non ce l’avevo)
30 gr. di acqua circa
1 pizzico di sale
Ripieno
1/2 zucchino
1/2 peperone
1/2 cipolla
2/3 bocconcini di pollo 
Succo di limone
Sale e paprika
1/4 di bicchiere di vino bianco secco
2 foglie di alloro
1 rametto di rosmarino
Salsa
15 gr. di fagioli precotti
Acqua calda qb
Sale e pepe
1 pezzetto (piccolissimo) di peperoncino
3 pomodorini pachino
1 cucchiaio di olui EVO
Preparazione Tortillas
Mescolate gli ingredienti e lavorate bene con le mani, versate un po’ di farina nelle mani per lavorare meglio l’ipasto. Lasciate raffreddare per 15/20 minuti. Mettete l’impasto tra 2 fogli di carta da forno e stendetela con il mattarello, fino a darle una forma rotonda, spessa 3/4 mm. Fate scaldare una padella antiaderente e scaldate l’impasto 1 minuto per parte; si devono formare delle macchie di colore più scuro sulla superficie. Conservate al caldo, sotto un canovaccio.
Preparazione Ripieno
Fate marinare il pollo per mezz’ora con vino bianco secco, alloro e rosmarino, girandolo ogni tanto.
Scolate e tagliate il pollo a pezzettini piccoli. Tagliate le verdure a strisce piccole e disponetele sulla griglia già calda insieme al pollo; versate del succo di limone, il sale e un po’ di paprika. Cuocete per circa 10 minuti.
Preparazione Salsa
Mettete i fagioli nel mixer insieme ai pomodorini e frullate. Aggiungete il sale, il peperoncino e il pepe e continuate a frullare. Versate 1 cucchiaio di olio EVO e l’acqua calda fino a che la crema diventi abbastanza liquida (in alternativa potete usare il latte, ma non spruzzate il limone). Mettete la crema sul fuoco e scaldatela leggermente.
Prendete la tortillas, spalmateci un po’ di salsa versate le verdure ed il pollo, arrotolate e mangiatela calda.
Io ho preparato una salsa con dei fagioli, ma potete utilizzare yogurt greco o le classiche salse.

Tortino di ricotta e spinaci tiepido con pomodorini

Oggi avevo voglia di sperimentare ma, ahimè, sottovaluto sempre il tempo necessario per cimentarsi nelle invenzioni culinarie…

Tortino di ricotta e spinaci tiepido con pomodorini 

100 gr di ricotta vaccina
Spinaci surgelati (2 cubetti)
5/6 pomodorini pachino
3 noci tritate grossolanamente
2 cucchiai di pangrattato
Sale
Pepe
Origano, menta, paprika
2 fette di pancarrè

Olio EVO

Mettete gli spinaci in una padella antiaderente senza olio e coprite con un coperchio, controllandoli di tanto in tanto. Essendo surgelati rilasciano l’acqua, che serve inizialmente per la cottura e che dovrà essere poi lasciata evaporare togliendo il coperchio. Aggiungete un po’ di sale.
Nel frattempo lavorate la ricotta in una ciotola, aggiungendo il pepe e le spezie. Io ho aggiunto della menta e dell’origano per dare freschezza, come se fosse un piatto estivo, e del pepe per dare un po’ di carattere (presto sperimenterò altre spezie che poi troverete dappertutto).
Tritate le noci e tagliate a metà i pomodorini, che faranno da contorno. 
Tagliate le fette di pancarrè in 4 triangoli per fetta, in un ciotolino mettere dell’olio extravergine, della paprika e dell’origano e cospargeteci la superficie delle fette. Mettete in forno con il grill per 5 minuti.
Togliete gli spinaci dalla padella e metteteli nella ciotola con la ricotta. A me non piacciono le verdure cotte fredde, per cui unisco gli spinaci a caldo, così intiepidiscono la ricotta; se preferite potete lasciarli raffreddare. Unite del pangrattato al composto, assaggiate ed eventualmente aggiustate di sale e pepe.
Mettete il tutto in un coppapasta e cospargete la superficie di noci. Aggiungete un filo d’olio sui pomodorini e servite.

Burghul primaverile

30gr Burghul (in realtà di solito vado ad occhio)
5 o 6 pomodorini pachino
1 pezzetto di sedano
1 pezzetto di carota

un cucchiaino di succo di limone
olio
sale
spezie varie (io utilizzo cumino, menta, basilico, prezzemolo)

Far bollire l’acqua in una pentola piccola e salare. Per la cottura del burghul basta poca acqua, l’importante è che il burghul sia completamente coperto. Lasciare cuocere per 8/10 minuti. L’acqua dovrebbe assorbirsi completamente, se così non fosse, scolare.
Miscelare il succo di limone e l’olio, unire le spezie, il sale e le verdure tagliate a pezzettini piccoli.
Unire il burghul, mescolare e servire. A me piace tiepido ma si può servire anche freddo.