Pollo al curry con riso basmati

Oggi vi propongo un classico: il pollo al curry. Ci sono mille modi per prepararlo e io stessa ne ho provati almeno 4 (e credo di non aver trovato ancora la mia preferita), io  – al solito – vi presento un’alternativa veloce.
E allora via!
La composizione era impresentabile perché le risorse sono sempre più limitate, ma vi assicuro che è buono.
Pollo al curry con riso basmati
Bocconcini di pollo
2 cucchiai di farina 
1/2 bicchiere abbondante di latte
1/2 cipolla
1/2 bicchiere di pisellini
1 cucchiaio di curry
Prezzemolo e menta tritati
1/2 bicchiere di riso basmati
Sale
2 cucchiai di olio EVO
Vi rimando qui per la preparazione del riso basmati.
Riunite in una ciotola la farina, il curry ed il sale e versate il latte poco alla volta, mescolando bene per evitare che si formino grumi.
In una padella scaldate l’olio e fate soffriggere leggermente la cipolla tritata precedentemente. Versate i pisellini, mescolate e lasciate un paio di minuti. Unite il pollo, cuocendolo un minuto per lato a fiamma moderata. Abbassate la fiamma e versate il latte con il curry e la farina; mescolate bene e lasciate cuocere finché la crema non si addensa. E’ importante continuare a mescolare a fiamma bassa per evitare che si formino grumi. Versate in un piatto ed accompagnate con il riso basmati. Spolverizzate con prezzemolo e menta tritati.

Sushi multietnico

Ecco qui la ricetta del mio sushi multietnico, fatto con salmone norvegese, verza italiana, riso basmati e imitazione della ricetta giapponese. 😉
3 foglie di verza
1 pugno di riso basmati
Finocchietto, menta e zenzero
1 fetta di salmone
Sale

Mettete a scaldare dell’acqua in una pentola. Staccate le foglie di verza facendo attenzione a non romperle, lavatele e, quando l’acqua bolle, mettetele nella pentola, salate e lasciate per 5 minuti.

Mettete il riso basmati in un colino dentro ad una ciotola, versate l’acqua fredda fino a coprirlo, muovete bene con le mani per fa emergere l’amido. Scolate e ripetete l’operazione finché l’acqua non resti limpida. (Mi raccomando, non buttate l’acqua, ma conservatela per lavare i piatti). Lasciate in ammollo per circa mezz’ora.
 Scolate le verze (coprite la pentola con un coperchio per mantenere l’acqua calda per lavare i piatti) e lasciatele asciugare su un canovaccio. 
Mettete il riso in un pentolino e ricoprite con acqua (l’acqua deve superare il riso di 1 dito), accendete la fiamma e chiudete con un coperchio, lasciando una piccola apertura. Salate l’acqua e lasciate cuocere per 12 minuti.
Togliete la parte centrale più dura delle verze e disponetele affiancate su un foglio di carta stagnola. 
Scolate il riso e mescolatelo leggermente con finocchietto e menta tritati ed una spolverata di zenzero.
disponete il riso sulle foglie lasciando circa un cm da tutti i bordi. Adagiate sopra la fetta di salmone, eventualmente spezzettata. Aiutandovi con la carta stagnola iniziate ad arrotolare premendo bene per far aderire gli ingredienti. Lasciate il rotolo avvolto nella carta stagnola per 5 minuti.
Togliete la carta e tagliate a fettine.
Considerazioni
Io non amo mangiare freddo, per cui l’ho mangiato tiepido, accompagnato con pomodorini conditi con olio, sale e origano e mi è piaciuto. La prossima volta vorrei provare ad aggiungere un goccio di aceto balsamico al riso. Se lo provate, fatemi sapere le vostre considerazioni. 🙂

Riso basmati saltato con zucchine e funghi

Questo piatto è venuto un po’ così, perché a volte ho voglia di mangiare tante cose diverse e allora cerco di metterle insieme…non so se i funghi si accostano bene al pilaf perché hanno due provenienze diverse….un po’ come pesce e formaggio..comunque a me è piaciuto, per cui posto la ricetta (niente di trascendentale, come al solito).
Riso basmati saltato con zucchine e funghi
80 gr di riso pilaf a testa
1 zucchino
7/8 funghi champignon
Prezzemolo
Pepe e curry
1 spicchio d’aglio
Porro
Sale
Vino bianco secco qb
Per la cottura del riso pilaf vi rimando qui. Tritate il porro ed il prezzemolo. Pulite i funghi con uno strofinaccio, stando attenti a non romperli, tagliateli a fettine piccole. Lavate lo zucchino e tagliatelo a fiammiferi. Prendete una padella ampia, meglio una wok, e fate scaldare 2 cucchiai d’olio. Fate rosolare uno spicchio d’aglio, aggiungete il porro. Dopo un paio di minuti versate i funghi e lo zucchino e bagnate con un po’ di vino bianco. Alzate la fiamma per far evaporare il vino, salate e pepate. Aggiungete il curry ed il prezzemolo. Scolate il riso e versatelo nella padella, facendo saltare per un minuto.

Riso basmati con verdure saltate e gamberetti

70 gr riso basmati
1 pezzetto di porro
Piselli
Gamberetti
Pomodorini
Peperone
Succo di limone
Curry
Sale
Pepe
Olio EVO

Per la preparazione del riso basmati rimando a questo sito, dove è spiegato benissimo il procedimento da seguire per una buona riuscita. Io solitamente metto un colino a rete fine su una ciotola, verso il riso nel colino e faccio correre l’acqua finchè non copre il riso. Mescolo bene con le mani, alzo il colino e verso l’acqua (non la butto, la verso in una bacinella che poi utilizzerò per lavare i piatti). Ripeto l’operazione tre volte. Poi, la quarta volta, lascio il riso a bagno per mezz’ora. Cucino poi seguendo il metodo classico indicato nel sito.

Nel frattempo prendo una wok, accendo la fiamma e la faccio scaldare, verso un filo d’olio e dopo un attimo il trito di porro, lascio soffriggere un paio di minuti e aggiungo i gamberetti (io li uso surgelati). Se preferite a questo punto potete aggiungere un goccio di vino bianco. Taglio i pomodorini (se non vi piace la buccia potete scottarli prima un attimo in acqua bollente, io avevo fretta) e il peperone a pezzetti piccoli e faccio saltare insieme ai gamberetti. A metà cottura aggiungo i pisellini. Cospargo son sale, pepe, curry e un pò di succo di limone. Il riso basmati è molto profumato e delicato, per cui molti preferiscono non coprire questo sapore; in questo caso potete sostituire il curry con del cardamomo.