Pollo al limone e broccoletti saltati

Mangio spesso il pollo al limone, perchè è molto semplice, veloce ed è uno dei pochi modi in cui riesco a far rimanere la carne tenera. Il problema delle carni bianche, infatti, trovo sia proprio la secchezza, che le rende proprio poco appetibili.
I broccoletti li ho scoperti da poco, prima non li mangiavo mai per quell’odore terribile che emanano quando vengono bolliti. Però ho scoperto che, aggiungendo del succo e buccia del limone e altre piante aromatiche, come la salvia o l’alloro, si sente molto meno. Invece la consistenza in bocca è molto gradevole.. Ecco qui la mia ricetta:

Pollo al limone

1 fettina di pollo per persona
Farina qb
Succo di 1/2 limone
Prezzemolo
Sale
Pepe
Un pochino d’acqua
Olio EVO

Infarinate per bene le fettine di pollo (ma va bene anche il tacchino), mettete una padella antiaderente sul fuoco a scaldare ed aggiungete un filo d’olio (io uso le padelle antiaderenti proprio per utilizzare pochissimo olio), adagiate le fettine e cuocete a fiamma viva 1 minuto per parte. Abbassate la fiamma e versate il succo di limone, io di solito lo allungo con un pochino d’acqua perchè non sia troppo acido. Unite sale, pepe e prezzemolo e rigirate fino a che non sia formata una cremina densa.
Broccoletti saltati in padella
1 broccolo
Succo di limone
1 spicchio d’aglio piccolo
Sale
Pepe
Olio EVO
Staccate dai broccoli tutte le punte, tagliate la parte più dura del gambo, spelate il resto e tagliato a rondelle abbastanza sottili. Lavate accuratamente sotto l’acqua. Mettete una padella antiaderente sul fuoco ed aggiungete un filo d’olio, quando sarà caldo unite l’aglio e lasciatelo rosolare 1 minuto (non troppo se no si brucia). Versate i broccoletti, lasciateli saltare un paio di minuti e togliete l’aglio. Cospargete con il succo di limone ed un filo d’acqua, salate, pepate e coprite con un coperchio. Fate cuocere circa 15 minuti, aggiungendo un pochino d’acqua se si dovesse asciugare troppo. eventualmente potete aggiungere anche altre spezie, come il curry, il cumino o la menta.

Risotto zafferano, vino rosso e salsiccia

Riso carnaroli (80 gr a persona)
Mezzo bicchiere di vino rosso corposo
Qualche pezzetto di salsiccia

Cipolla
1 bustina di zafferano
Burro 35 gr
Pepe
Prezzemolo
Brodo
2 foglie di alloro
2 cucchiai di parmigiano reggiano

Mettete il tegame sul fuoco a scaldare 1 minuto, aggiungete un filo d’olio EVO e un pezzetto di burro (25 gr circa).Tritate la cipolla finemente e versatela nel tegame a soffriggere un pochino, aggiungere la salsiccia tagliata a pezzettini e lasciare un paio di minuti. Unite il riso e tostate per qualche minuto. Versate il vino e lasciate evaporare. Alzate la fiamma, aggiungete l’alloro e versate un primo mestolo di brodo (io ne aggiungo 5 o 6 in tutto). Mescolate continuamente ed aggiungete altro brodo non appena quello precedente sarà stato assorbito.
Verso fine cottura sciogliete lo zafferano in un mestolo di brodo e versate sul riso. A fine cottura spegnete la fiamma, aggiungete parmigiano, una noce di burro, prezzemolo e un pò di pepe.

La cottura del riso è di circa 20 minuti, ma varia in base al tipo di riso utilizzato, alla fiamma e al tegame utilizzato. Personalmente ritengo che il tegame ideale sia di alluminio (meglio di rame stagnato) con i bordi bassi, in questo modo il brodo evapora più rapidamente ed il riso ha una cottura più uniforme.
Altrettanto importante poi è mescolare il riso con cucchiaio di legno (per non spezzare i chicchi) dal centro verso l’esterno.

Burghul primaverile

30gr Burghul (in realtà di solito vado ad occhio)
5 o 6 pomodorini pachino
1 pezzetto di sedano
1 pezzetto di carota

un cucchiaino di succo di limone
olio
sale
spezie varie (io utilizzo cumino, menta, basilico, prezzemolo)

Far bollire l’acqua in una pentola piccola e salare. Per la cottura del burghul basta poca acqua, l’importante è che il burghul sia completamente coperto. Lasciare cuocere per 8/10 minuti. L’acqua dovrebbe assorbirsi completamente, se così non fosse, scolare.
Miscelare il succo di limone e l’olio, unire le spezie, il sale e le verdure tagliate a pezzettini piccoli.
Unire il burghul, mescolare e servire. A me piace tiepido ma si può servire anche freddo.