Insalata fresca al pompelmo rosa, finocchio e salmone

Io non amo i pompelmi, troppo amari, eppure il pompelmo rosa mi incuriosisce, credo sia perchè è rosa e non l’associo a qualcosa di amaro. Così, quando mi sono trovata davanti degli enormi pompelmi rosa ho deciso di provare e l’ho abbinato a qualcosa “tono su tono”: il salmone affumicato.
3 spicchi di pompelmo rosa
1/2 finocchio
Qualche gambo di sedano
Foglie di menta tritate
Ritagli di salmone affumicato
Aceto balsamico
Olio EVO
La preparazione è ovviamente semplicissima. spelato il pompelmo e prendetene qualche spicchio, toglietene la buccia e tagliateli a tocchetti. Lavate il finocchio ed il sedano e tagliateli a striscioline. Lavate la menta e tritatela finemente. Tagliate il salmone a strisce. Unite il tutto in un bel piatto, aggiungete 1 goccio di aceto balsamico ed un filo d’olio. Io non ho utilizzato il sale perchè il salmone è già abbastanza salato.
Se vi piace il pompelmo potete aggiungere del succo alla vostra insalata.
Un piatto fresco e decisamente estivo!

Involtini di salmone

Senza la cucina è davvero difficile pubblicare nuove ricette, anche perché mi mancano anche tanti altri attrezzi che sono finiti chissà in quale scatolone…
Comunque, vi propongo ugualmente una ricettina facile facile e gustosa di un finger food direi.


Involtini di salmone

2 fette di salmone affumicato
60 gr di formaggio morbido
(robiola, caprino o philadelphia, in base ai gusti)
10 mandorle
5/6 foglie di menta

 

Tritate le mandorle e le foglie di menta. In una ciotola ammorbidite il formaggio ed unite le mandorle e le foglie di menta. Tagliate le fette di salmone a strisce abbastanza larghe, spalmate il composto e arrotolate.

Rotolini di zucchine con salmone

Questo piatto io lo mangio d’estate, quando ho voglia di qualcosa di fresco e sfizioso, con varie alternative.

1 zucchino
50 gr. crescenza
Qualche foglia di menta e finocchietto
1 fetta di salmone affumicato

Lavate lo zucchino e tagliatelo a fettine lunghe e sottili (per questa operazione io ho utilizzato un pelapatate), grigliatele sulla piastra. Tritate la menta e il finocchietto e mescolatelo alla crescenza. Fate raffreddare leggermente le fettine, disponetevi sopra uno strato di crescenza ed una strisciolina di salmone. Arrotolate e mangiate! Si, di solite non arrivano mai tutte al piatto 😉

Sushi multietnico

Ecco qui la ricetta del mio sushi multietnico, fatto con salmone norvegese, verza italiana, riso basmati e imitazione della ricetta giapponese. 😉
3 foglie di verza
1 pugno di riso basmati
Finocchietto, menta e zenzero
1 fetta di salmone
Sale

Mettete a scaldare dell’acqua in una pentola. Staccate le foglie di verza facendo attenzione a non romperle, lavatele e, quando l’acqua bolle, mettetele nella pentola, salate e lasciate per 5 minuti.

Mettete il riso basmati in un colino dentro ad una ciotola, versate l’acqua fredda fino a coprirlo, muovete bene con le mani per fa emergere l’amido. Scolate e ripetete l’operazione finché l’acqua non resti limpida. (Mi raccomando, non buttate l’acqua, ma conservatela per lavare i piatti). Lasciate in ammollo per circa mezz’ora.
 Scolate le verze (coprite la pentola con un coperchio per mantenere l’acqua calda per lavare i piatti) e lasciatele asciugare su un canovaccio. 
Mettete il riso in un pentolino e ricoprite con acqua (l’acqua deve superare il riso di 1 dito), accendete la fiamma e chiudete con un coperchio, lasciando una piccola apertura. Salate l’acqua e lasciate cuocere per 12 minuti.
Togliete la parte centrale più dura delle verze e disponetele affiancate su un foglio di carta stagnola. 
Scolate il riso e mescolatelo leggermente con finocchietto e menta tritati ed una spolverata di zenzero.
disponete il riso sulle foglie lasciando circa un cm da tutti i bordi. Adagiate sopra la fetta di salmone, eventualmente spezzettata. Aiutandovi con la carta stagnola iniziate ad arrotolare premendo bene per far aderire gli ingredienti. Lasciate il rotolo avvolto nella carta stagnola per 5 minuti.
Togliete la carta e tagliate a fettine.
Considerazioni
Io non amo mangiare freddo, per cui l’ho mangiato tiepido, accompagnato con pomodorini conditi con olio, sale e origano e mi è piaciuto. La prossima volta vorrei provare ad aggiungere un goccio di aceto balsamico al riso. Se lo provate, fatemi sapere le vostre considerazioni. 🙂

Tagliatelle con zucchine e gamberetti, in crema di radicchio

Di questa ricetta purtroppo non ho scattato la foto, perché fatta un po’ di corsa..

4 nidi grossi di tagliatelle (x 2)
1 zucchino
1 spicchio d’aglio
Gamberetti
Prezzemolo
1 spruzzata di vino bianco secco
Sale e pepe
 Olio EVO

Per la salsa
Qualche foglia di radicchio rosso
Prezzemolo e timo
Sale e pepe
1 fetta di pancarrè
Latte qb
2 cucchiai di olio EVO

1 pezzetto di brie
Fate scaldare in una pentola antiaderente un filo d’olio EVO e mettete uno spicchio d’aglio in camicia a rosolare. Nel frattempo mettete a scaldare l’acqua e coprite con un coperchio.
Tagliate a quadratini piccoli lo zucchino, precedentemente lavato, e versateli nella padella insieme ai gamberetti (io uso quelli surgelati). Spruzzate con il vino e alzate la fiamma per far evaporare. Salate e pepate.
Nel frattempo imbevete una fetta di pancarrè nel latte, strizzatela e mettetela nel mixer, insieme al radicchio, abbondante prezzemolo, timo, sale e pepe. Aggiungete l’olio ed eventualmente un goccio di latte. Io ho aggiunto un pezzetto di brie per rendere la salsa più cremosa, ma non è necessario.
Salate l’acqua della pasta e, non appena bolle, versate le tagliatelle.
Versate la salsa nella pentole e mescolate bene, abbassando la fiamma. Versate le tagliatelle al dente nella padella e mescolate bene. Aggiungete altro prezzemolo e servite.

Involtini di trota salmonata con salsa ai piselli

Questa ricetta è buonissima! In realtà avrei voluto fare una salsa alla menta ma non sono riuscita a ritrovare la menta nel mio orto! Quindi, per evitare di fare una salsa con delle foglie di qualche pianta strana, ho optato per salvia e piselli:
1 filetto di trota salmonata
Aceto balsamico
Succo e buccia di 1 limone
Succo e buccia di 1 Arancio
Sale e pepe verde
Mandorle tritate
1/4 di bicchiere di vino bianco secco

Per il ripieno
1/2 spicchio d’aglio
Prezzemolo, timo, rosmarino
7/8 pomodorini pachino
1 fetta di pancarrè
Pangrattato
Per la salsa
1 pezzetto di porro
25 gr. di piselli
Salvia (una decina di foglie)
Sale e pepe
Brodo qb
Pulite il filetto di trota, prestando attenzione alle eventuali spine rimaste. Grattugiate la buccia di 1 limone ed 1 arancia e spremetene il succo. Con un bicchiere battere leggermente per assottigliare il pesce, tagliare in 2/3 pezzi, in base alla grandezza, e lasciar marinare per 15/20 minuti con il succo del limone, dell’arancia e 2 cucchiai di aceto balsamico. Aggiungete del pepe verde.
Lavate il timo, il rosmarino, la salvia ed il prezzemolo. Tritate il rosmarino, il prezzemolo, il timo e 1/2 spicchio d’aglio. Tagliate i pomodorini a pezzettini piccoli ed uniteli al trito. Imbevete 1 fetta di pancarrè nell’acqua (o nel latte), strizzatela bene ed aggiungetela al composto. Mescolate tutto ed aggiustate di sale e pepe, eventualmente unite del pangrattato.
Togliete la trota dal liquido e strizzatela leggermente. Mettete un po’ di composto all’interno e chiudete con uno spago da cucina. Tritate qualche mandorla ed unitela alla buccia degli agrumi grattugiata; aggiungete 2 cucchiai di pangrattato. Passate gli involtini nel mix di pangrattato e mandorle e adagiateli in una pirofila da forno,. Versate 1/4 di bicchiere di vino bianco secco e fate cuocere a 180° per 20 minuti, girando a metà cottura.
Tagliate del porro e mettetelo in un padella antiaderente con un cucchiaio di olio. Versate i piselli e fate cuocere 5 minuti, aggiustando di sale e pepe.
Versate i piselli nel mixer, insieme alla salvia ed iniziate a frullare. Aggiungete poco brodo, fino ad ottenere una salsa abbastanza liquida. Mantenete al caldo.
Versate la salsa in un piatto da portata e disponetevi sopra gli involtini.
 

Riso basmati con verdure saltate e gamberetti

70 gr riso basmati
1 pezzetto di porro
Piselli
Gamberetti
Pomodorini
Peperone
Succo di limone
Curry
Sale
Pepe
Olio EVO

Per la preparazione del riso basmati rimando a questo sito, dove è spiegato benissimo il procedimento da seguire per una buona riuscita. Io solitamente metto un colino a rete fine su una ciotola, verso il riso nel colino e faccio correre l’acqua finchè non copre il riso. Mescolo bene con le mani, alzo il colino e verso l’acqua (non la butto, la verso in una bacinella che poi utilizzerò per lavare i piatti). Ripeto l’operazione tre volte. Poi, la quarta volta, lascio il riso a bagno per mezz’ora. Cucino poi seguendo il metodo classico indicato nel sito.

Nel frattempo prendo una wok, accendo la fiamma e la faccio scaldare, verso un filo d’olio e dopo un attimo il trito di porro, lascio soffriggere un paio di minuti e aggiungo i gamberetti (io li uso surgelati). Se preferite a questo punto potete aggiungere un goccio di vino bianco. Taglio i pomodorini (se non vi piace la buccia potete scottarli prima un attimo in acqua bollente, io avevo fretta) e il peperone a pezzetti piccoli e faccio saltare insieme ai gamberetti. A metà cottura aggiungo i pisellini. Cospargo son sale, pepe, curry e un pò di succo di limone. Il riso basmati è molto profumato e delicato, per cui molti preferiscono non coprire questo sapore; in questo caso potete sostituire il curry con del cardamomo.

Torta salata zucchine, crescenza e salmone

Ecco la ricetta, molto facile e veloce:

1 rotolo di pasta sfoglia già pronta
2 zucchine
50gr di salmone a fette
un pezzetto di crescenza
sedano tritato
menta tritata

Stendete la pasta sfoglia in una tortiera, mantenendo la carta da forno in cui è arrotolata
Tagliate le zucchine a rondelle sottili e mettetele sul fondo della torta
Tagliate a pezzetti il salmone e la crescenza ed unite alle zucchine
Ultimate con sedano e menta tritati per dare un pò di freschezza

Molto buona, ovviamente non ho mangiato l’intera torta! 🙂