Giorno 39: in libertà!

Questa giornata non può proprio rientrare nella dieta perché ho pasticciato un sacco…diciamo che è stato un giorno di libertà da tutto.. sono stata a Mantova, una città molto bella e versatile  perché ha tanto da offrire e si presta a diverse iniziative.

Non sono molto brava a descrivere le ricchezze di una città, forse perché i monumenti non mi interessano più di tanto, a meno che – come a Roma – non siano così imponenti da lasciarti senza parole ogni volta. Diciamo che per me chiese, monumenti ed edifici storici sono lo sfondo per creare un’atmosfera, non me ne curo ma se non ci fossero non sarebbe la stessa cosa.

Mantova è una di quelle città in cui i palazzi storici, i chiostri, i parchi, il castello, il borgo medioevale creano un’atmosfera viva, culturalmente ricca, in cui puoi trovare la vecchia bottega ma anche il locale raffinato tra le vie acciottolate, un po’ nascosto. E’ la città che si anima durante i grandi eventi, quelli che si svolgono per le strade e che coinvolgono tutti; è la città quieta, del riposino sotto un albero, al riparo dal sole; è la città degli amanti dello sport e della natura, con i percorsi ciclabili lungo il fiume e le escursioni a piedi nel Parco del Mincio. Non a caso Mantova è Patrimonio dell’Unesco.

Vi consiglio proprio un week end tra natura e relax in questa città. E nel frattempo vi lascio qualche foto del mio giorno “in libertà“.

Menu del giorno (se proprio devo….)
Colazione: cereali e tè
Metà mattina: marocco
Pranzo: 1 panino e 1/2, 1/2 banana, 2 fette di colomba
Metà pomeriggio: gelato
Cena; 1/2 pizza, 1/2 panino, uovo di Pasqua
Dopo cena: tisana depurativa

Attività fisica: visita di Mantova
 

Giorno 38: pancia piena e pensieri leggeri

La mia Pasqua inizia con dei ragazzini che giocano in strada e litigano perché qualcuno non rispetta le regole, o meglio sostiene che quell’azione non rientri nei casi contemplati dalle regole..e questo mi riporta indietro di tanti anni, quando tra quei ragazzini c’ero io, che di solito cercavo una soluzione per placare le discussioni e riprendere il gioco: l’unica cosa che mi interessava.

Pranzo dalla mamma, senza farsi mancare un esperimento culinario: risotto con asparagi e zola. Molto buono, ma non dietetico, quindi non lo inserirò nelle ricette.
Nel pomeriggio – come da tradizione – una bella passeggiata nel prato, dove si sono riunite coppie, amici, famiglie, bambini a giocare, a riposarsi, a smaltire il pranzo o solo a sonnecchiare. Il week end pasquale per me è questo: piedi nudi nell’erba, coperta, palla e amici. Tutte o solo alcune di queste cose, dipende dagli anni..
In realtà la giornata è parecchio ventosa e freschina, ma ci sono i colori, i fiori ed è primavera!
In serata, non ancora soddisfatta della mangiata, mi sono lanciata in un altro esperimento, non del tutto riuscito: la piadina! Un po’ più “grassa” della tortillas, ma ritenterò la ricetta.
Ora, per terminare la serata mi farò una tisana depurativa…anche se credo non sarà sufficiente!

Menu del giorno
Colazione: cereali e yogurt, tè
Pranzo: risotto asparagi e zola, macedonia, colomba
Metà pomeriggio: gelato
Cena: piadina con crescenza e coppa, uovo di Pasqua
Dopo cena: tisana depurativa

Attività fisica: mezz’ora di camminata con il cane e 1 ora di passeggiata nel parco

Giorno 37: Buona Pasqua!

Vigilia di Pasqua e giornata ventosa…
Pasqua per me vuol dire stare fuori, respirare aria pulita, sedersi su un prato e mangiare un panino, camminare a piedi nudi sull’erba e giocare a pallavolo, sentire il sole sulla faccia, mettersi le prime magliette a mezze maniche dopo il freddo dell’inverno, veder comparire le prime lentiggini ed abbandonare il pallore invernale, poter rinunciare al fondotinta, potersi mettere in comodità (jeans, felpa e maglietta), ed iniziare a fantasticare su quello che verrà, l’estate, le gite, i sogni, i progetti fatti a fine anno da realizzare..amici e risate…pensare alle giornate in piscina e sentire il caldo, l’odore delle creme solari, e pensare che l’estate è vicina e bisogna darci dentro con la dieta e con l’attività fisica..
Vi lascio così per oggi. Buona Pasqua a tutti!

Menu del giorno
Colazione: Fette biscottate e marmellata, tè
Pranzo: risotto con mela e radicchio, macedonia e caffè
Metà pomeriggio: 2 biscotti al cioccolato, 2 ovetti di cioccolato
Cena: vellutata verde fantasia, focaccia, macedonia


Attività fisica: nessuna

Giorno 36: pasticci pasquali…

Sarà la Pasqua, sarà il ciclo, ma in questi giorni – devo ammettere – sto un po’ “pasticciando”…non posso resistere!! Nei prossimi giorni mangerò spesso fuori, per cui temo che la mia “dieta” ne risentirà (ma non il mio umore 😀 ) e non riuscirò ad inserire molte ricette…Ma lascio passare questo week end e poi riprendo in mano la situazione!
Oggi ho preparato una ricetta con gli asparagi, altra verdura scoperta solo qualche anno fa…ha un gusto particolare e si possono preparare delle ricette veramente sfiziose con questo ingrediente. Da quando ho iniziato questo progetto mi sto informando sui vari alimenti e sembra proprio che l’asparago abbia diverse proprietà interessanti per chi decide di iniziare una dieta. Come prima cosa ha pochi grassi (come molte verdure), sono ricchi di Rutina, una sostanza che aiuta a rinforzare le pareti dei capillari, oltre che di potassio e altre vitamine. Ma soprattutto gli asparagi hanno un elevato potere diuretico, per cui è uno di quegli alimenti che si possono mangiare a volontà!

Menu del giorno
Colazione: dolcetto alle fragole, tè
Pranzo: zucchini saltati in padella con uovo, crostini, macedonia e caffè
Metà pomeriggio: gelato, tè verde alla menta
Cena: straccetti di pollo caramellati agli agrumi, con asparagi e zenzero, zucchini (avanzati dal pranzo), 1 fettina di colomba (sigh, sigh)

Attività fisica: giri per la città, niente di più