Giorno 74: letture interessanti

Ieri sono stata al Salone del Libro – dove mi ero ripromessa di non comprare niente – e invece ho ceduto. Anche perché solo lì riesco a trovare un po’ di materiale sull’argomento riciclo, ecologia, sostenibilità.

Il vero problema è che accumulo libri che non riesco a leggere o che inizio perché sono troppo curiosa e poi finiscono per essere troppi da leggere contemporaneamente..così ne lascio indietro qualcuno che poi devo ricominciare…lo so, lo so, non è un buon metodo ma posso migliorare.

Comunque, ho comprato un libro green ed il libro di Carlo Verdone a cui puntavo da un po’ (ma che non avevo ancora comprato per il motivo di cui sopra, oltre che economico). Quest’ultimo non era in programma ma quando ho visto che lui sarebbe stato lì a firmare gli autografi mi sono detta, “sono qui, posso perdermelo? Non è il momento di osare, sperimentare, prendere la timidezza e chiuderla a chiave in fondo all’armadio per tirare fuori un po’ di “coraggio”?” E così, mentre Marco comprava una copia del libro, io già ero in fila per l’autografo e quando è arrivato il mio turno ho pensato “devo dire qualcosa, devo dire qualcosa…” e sono riuscita solo a dire timidamente (mannaggia a me) “complimenti, lei è bravissimo” rimediandomi comunque un bel cuore sulla mia dedica..


Ho letto tutto il libro in due giorni e mi è piaciuto molto, per cui ve lo consiglio. Si legge molto facilmente, è interessante e curioso perchè racconta la storia della sua famiglia, gli aneddoti, la sua personalità, gli incontri con i personaggi famosi e le scene di vita quotidiana e, leggendo alcuni passi ti vengono in mente pezzi dei suoi film e dei suoi personaggi.

Non mi ricordo se l’ho già fatto ma vi segnalo anche questo libro (precisando che non sono ancora riuscita a comprarlo) sulla cucina a spreco zero, dell’autrice di “Cucinare in lavastoviglie” e del blog ecocucina che trovate tra i blog che seguo.

In libreria (Ubik) ho visto recentemente un libro su questo argomento scritto da Paola Maugeri, (che ho scoperto essere ecologista, vegetariana e vegana) a cui dovrò dare un’occhiata più approfondita, comunque ragazzi l’argomento inizia a farsi strada…sono contenta. (Anche se in questi mesi non sono troppo a impatto zero)

Menu del giorno
Colazione: cereali, tè
Pranzo: focaccia ligure
Metà pomeriggio: mela
Cena: insalata mista con grissini

Attività fisica: 50 minuti di camminata con pendenze