Involtini di salmone

Senza la cucina è davvero difficile pubblicare nuove ricette, anche perché mi mancano anche tanti altri attrezzi che sono finiti chissà in quale scatolone…
Comunque, vi propongo ugualmente una ricettina facile facile e gustosa di un finger food direi.


Involtini di salmone

2 fette di salmone affumicato
60 gr di formaggio morbido
(robiola, caprino o philadelphia, in base ai gusti)
10 mandorle
5/6 foglie di menta

 

Tritate le mandorle e le foglie di menta. In una ciotola ammorbidite il formaggio ed unite le mandorle e le foglie di menta. Tagliate le fette di salmone a strisce abbastanza larghe, spalmate il composto e arrotolate.

Rotolini di zucchine con salmone

Questo piatto io lo mangio d’estate, quando ho voglia di qualcosa di fresco e sfizioso, con varie alternative.

1 zucchino
50 gr. crescenza
Qualche foglia di menta e finocchietto
1 fetta di salmone affumicato

Lavate lo zucchino e tagliatelo a fettine lunghe e sottili (per questa operazione io ho utilizzato un pelapatate), grigliatele sulla piastra. Tritate la menta e il finocchietto e mescolatelo alla crescenza. Fate raffreddare leggermente le fettine, disponetevi sopra uno strato di crescenza ed una strisciolina di salmone. Arrotolate e mangiate! Si, di solite non arrivano mai tutte al piatto 😉

Sushi multietnico

Ecco qui la ricetta del mio sushi multietnico, fatto con salmone norvegese, verza italiana, riso basmati e imitazione della ricetta giapponese. 😉
3 foglie di verza
1 pugno di riso basmati
Finocchietto, menta e zenzero
1 fetta di salmone
Sale

Mettete a scaldare dell’acqua in una pentola. Staccate le foglie di verza facendo attenzione a non romperle, lavatele e, quando l’acqua bolle, mettetele nella pentola, salate e lasciate per 5 minuti.

Mettete il riso basmati in un colino dentro ad una ciotola, versate l’acqua fredda fino a coprirlo, muovete bene con le mani per fa emergere l’amido. Scolate e ripetete l’operazione finché l’acqua non resti limpida. (Mi raccomando, non buttate l’acqua, ma conservatela per lavare i piatti). Lasciate in ammollo per circa mezz’ora.
 Scolate le verze (coprite la pentola con un coperchio per mantenere l’acqua calda per lavare i piatti) e lasciatele asciugare su un canovaccio. 
Mettete il riso in un pentolino e ricoprite con acqua (l’acqua deve superare il riso di 1 dito), accendete la fiamma e chiudete con un coperchio, lasciando una piccola apertura. Salate l’acqua e lasciate cuocere per 12 minuti.
Togliete la parte centrale più dura delle verze e disponetele affiancate su un foglio di carta stagnola. 
Scolate il riso e mescolatelo leggermente con finocchietto e menta tritati ed una spolverata di zenzero.
disponete il riso sulle foglie lasciando circa un cm da tutti i bordi. Adagiate sopra la fetta di salmone, eventualmente spezzettata. Aiutandovi con la carta stagnola iniziate ad arrotolare premendo bene per far aderire gli ingredienti. Lasciate il rotolo avvolto nella carta stagnola per 5 minuti.
Togliete la carta e tagliate a fettine.
Considerazioni
Io non amo mangiare freddo, per cui l’ho mangiato tiepido, accompagnato con pomodorini conditi con olio, sale e origano e mi è piaciuto. La prossima volta vorrei provare ad aggiungere un goccio di aceto balsamico al riso. Se lo provate, fatemi sapere le vostre considerazioni. 🙂