Torta all’uovo di Pasqua avanzato

Certo, questo titolo non si addice molto ad una dieta, ma il mio obiettivo è anche quello di ridurre gli sprechi e generalmente dopo le feste ci si ritrova con tanti cioccolatini, avanzi di panettone o colombe da “eliminare”.
Quindi – anticipando i tempi – ho provato questa ricetta molto semplice e veloce, senza cottura. Non avendo panettone, ho utilizzato dei biscotti secchi e dei cereali, che in tema di dieta sono anche meglio (così potrete concedervene una fetta sentendovi meno in colpa…).
Torta all’uovo di Pasqua avanzato

150 gr. di cioccolato fondente puro
100 gr. circa di latte
20 gr. di zucchero di canna 
50 gr. di biscotti secchi
100 gr. di cereali integrali con frutta disidratata
30 gr di nocciole tritate
1 cucchiaio di cocco grattugiato




Io ho utilizzato un misto di biscotti secchi e cereali integrali perché avevo pochi biscotti secchi e perché i cereali che ho comprato sono veramente insipidi. Ho aggiunto le nocciole tritate perché mi erano avanzate ed il cocco perché lo adoro! Però diciamo che potete regolarvi secondo il vostro gusto (e dopo aver deciso se volete fare un dolce il più leggero possibile per assaggiarlo oppure un dolce gustoso per offrirlo agli ospiti). Anche l’aggiunta dello zucchero dipende dai vostri gusti, se siete amanti del cioccolato fondente puro o se utilizzate gli avanzi di panettone, potete (e dovete) ometterlo.

Tritate grossolanamente le nocciole ed i biscotti secchi o i cereali; se utilizzate gli avanzi di panettone sbriciolateli in una ciotola. Fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria insieme al latte; dovete ottenere una salsa abbastanza liquida, ma comunque cremosa, quindi regolatevi con il latte. Se utilizzate lo zucchero di canna, fatelo sciogliere insieme al cioccolato.
Riunite gli ingredienti secchi (nocciole, cocco, biscotti o avanzi di panettone/colomba) e versatevi sopra il cioccolato sciolto, amalgamate il tutto e versate in una tortiera o in degli stampini e lasciate in frigo per almeno 2 ore prima di servire.

Giorno 14: trasformazioni e sorprese

In fondo non è del tutto vero che odio le situazioni di mezzo, perchè questo caos da trasloco è anche creativo, è trasformazione, cambiamento. Poter cambiare quello che per anni è sempre rimasto uguale (nel bene e nel male) è stimolante, farlo insieme alla tua famiglia lo rende costruttivo, crea un legame, un ponte tra passato e futuro. Quando sarà tutto distrutto più che altro starò a guardare il futuro che prende forma e diventa pian piano presente, ora invece ho le “mani in pasta”, sto scegliendo cosa portare con me e cosa no e sto cercando soluzioni per destinare tutto quello che non ritornerà più qui, per non buttare via quasi niente.
E anche questo ha un suo senso e rende tutto più semplice..sapere che a qualcun altro può servire quello che hai, rende più facile separarsene..
Poi ci sono le “sorprese”: quelle cose di cui non sapevi l’esistenza, che erano lì da pima che tu nascessi o che semplicemente avevi perso e ora, magicamente, riappaiono, strappandoti un sorriso, divertito o nostalgico non ha importanza.

Menu del giorno
Colazione: cereali integrali con frutta secca e tè
Pranzo: pinzimonio mania e 1 fetta di ciambella soffice e leggera (ero troppo golosa, non potevo aspettare)
Metà pomeriggio: yogurt e 1 banana
Cena: sformato fantasia, 2 gallette di riso

Attività fisica: anche oggi ho bypassato la palestra e mi sono concessa una più rilassante camminata di un’oretta con amica

La zuppa di cereali e legumi

Io non sono un’amante della carne, prediligo le carni bianche (pollo e tacchino) ma cucinate solo in alcuni modi. (ma prometto di sperimentare altre ricette a base di altri tipi di carne).

Oggi vi propongo un’ alternativa vegetariana, ottima per le diete disintossicanti perchè ricca di vitamine, proteine e fibre: la zuppa di cereali e legumi. E’ un vero toccasana, dopo le abbuffate o quando si inizia una dieta. Insomma, ogni tanto ci vuole!

Zuppa di cereali e legumi

Misto cereali e legumi secchi 50 gr per persona
Acqua
Sale
Cipolla, sedano, carota per soffritto
Olio EVO
Spezie varie

Versate il misto secco in un recipiente con abbondante acqua e lasciate in ammollo per 12 ore, in questo modo il contenuto potrà reidratarsi e raddoppiare il suo volume. Scolate il tutto, mantenendo l’acqua che verserete in una pentola a scaldare. Se preferite, potete aggiungere un pezzetto di dado all’acqua, per formare il brodo.
Preparare un trito di cipolla, sedano, carota, mettere una casseruola dai bordi alti sul fuoco, aggiungere un pò d’olio e quando sarà caldo versare il trito. Lasciare un paio di minuti, poi versare il misto legumi e fate tostare. Versate l’acqua (o il brodo) calda e coprite con un coperchio.
La zuppa deve cuocere 60/70 minuti. Tenete da parte altra acqua calda, in caso la zuppa si asciugasse troppo. Verso fine cottura aggiungere il sale (se avete unito il brodo, assaggiate prima di aggiungerlo) e le spezie che preferite: curry, paprika, timo, salvia, rosmarino, pepe…
Consiglio di togliere il coperchio negli ultimi minuti di cottura, in modo da far asciugare un pò il liquido, per ottenere una zuppa più cremosa. Impiattare aggiungendo un filo d’olio EVO ed eventualmente del parmigiano.

Chi ben inizia…

Prima di tutto ci vuole un buon metodo.
Per tre mesi cercherò di essere disciplinata, ricordandomi l’obiettivo finale: ritrovare me stessa.
Niente costrizioni esasperate, solo consapevolezza di mangiare per fame, gustare e non divorare, godere del momento e non usare il cibo come consolazione per quello che non va.
Niente schifezzine e premi di consolazione.
Mangiare all’ora dei pasti e per il resto della giornata concentrarsi su altro.
Alla colazione non si rinuncia: te e cereali oppure caffè e brioche o fette biscottate con marmellata.
Pranzo e cena e frutta o yogurt lontano dai pasti – metà mattina e metà pomeriggio. Tutto qui.
Ovviamente predilezione per i cibi sani; per rendere tutto più piacevole sperimenterò qualche ricetta.
E poi attività fisica: palestra, camminate, bicicletta…la primavera si avvicina!
Come consolazione, ad ogni mese, mi farò un regalino….
Ok, si parte!