Straccetti di pollo in salsa

Dato che il trasloco è imminente e nella mia sistemazione provvisoria non avrò cucina né frigo, sto cercando di svuotarlo il più possibile. Quindi ho provato questa ricetta con una salsa-caponata..

3 fette di pollo
1 cipolla
1 peperone
1 zucchino
1 manciata di piselli
3 cucchiai di salsa di pomodoro
Prezzemolo
1 bicchiere di brodo
Pepe
Olio EVO

Lavate la cipolla, lo zucchino e il peperone, tagliate lo zucchino a rondelle, la cipolla ed il peperone a listarelle.
In un’ampia padella antiaderente fate scaldare un filo di olio EVO e fate soffriggere la cipolla per un paio di minuti, poi unite il peperone. Aggiungete un po’ di brodo e coprite con un coperchio, fate cuocere per 5 minuti. Unite piselli e zucchine e il brodo restante. Cuocete per altri 10 minuti, togliendo il coperchio eventualmente per far assorbire meglio il brodo. Unite la salsa, il prezzemolo ed il pepe. Trasferite nel mixer, aggiungete un filo d’olio e frullate. Nel frattempo tagliate a striscioline il pollo e mettetelo nella padella antiaderente usata per le verdure, fate scottare a fiamma viva un minuto per parte, poi abbassate la fiamma ed unite la salsa. Fate cuocere per 10 minuti. Servite il pollo in un piatto fondo o una ciotola, adagiato sul letto di salsa.

Pollo al curry con riso basmati

Oggi vi propongo un classico: il pollo al curry. Ci sono mille modi per prepararlo e io stessa ne ho provati almeno 4 (e credo di non aver trovato ancora la mia preferita), io  – al solito – vi presento un’alternativa veloce.
E allora via!
La composizione era impresentabile perché le risorse sono sempre più limitate, ma vi assicuro che è buono.
Pollo al curry con riso basmati
Bocconcini di pollo
2 cucchiai di farina 
1/2 bicchiere abbondante di latte
1/2 cipolla
1/2 bicchiere di pisellini
1 cucchiaio di curry
Prezzemolo e menta tritati
1/2 bicchiere di riso basmati
Sale
2 cucchiai di olio EVO
Vi rimando qui per la preparazione del riso basmati.
Riunite in una ciotola la farina, il curry ed il sale e versate il latte poco alla volta, mescolando bene per evitare che si formino grumi.
In una padella scaldate l’olio e fate soffriggere leggermente la cipolla tritata precedentemente. Versate i pisellini, mescolate e lasciate un paio di minuti. Unite il pollo, cuocendolo un minuto per lato a fiamma moderata. Abbassate la fiamma e versate il latte con il curry e la farina; mescolate bene e lasciate cuocere finché la crema non si addensa. E’ importante continuare a mescolare a fiamma bassa per evitare che si formino grumi. Versate in un piatto ed accompagnate con il riso basmati. Spolverizzate con prezzemolo e menta tritati.

Straccetti di pollo caramellato agli agrumi con asparagi e zenzero

Questa ricetta l’ho trovata sul blog sorelleinpentola e mi ha subito incuriosito..stavo cercando un’ispirazione per cucinare degli asparagi che ho comprato al mercato e questa mi è sembrata perfetta! 
Non avevo il pompelmo per cui ho utilizzato solo il limone e l’arancio, ma penso sia meglio con il pompelmo perché contrasta la dolcezza dell’arancia; comunque, ecco qui la mia ricetta. Per single of course!
Straccetti di pollo caramellato agli agrumi con asparagi e zenzero
 
1 fetta di pollo
1 pezzetto di porro tritato
Prezzemolo tritato
Succo di 1/2 limone
Succo di 1/2 arancia 
(consiglio anche 1/2 pompelmo)
Farina
5/6 asparagi
Sale
Zenzero
2 cucchiai olio EVO
Lavate gli asparagi e scottateli per 5 minuti in acqua calda. Tagliate la fetta di pollo in striscioline ed infarinatele.
Spremete il succo degli agrumi e tritate il prezzemolo. Scolate gli asparagi, separate le punte dal gambo e tagliate quest’ultimo a tocchetti. Tritate il porro, versate l’olio EVO in una padella calda e fatelo soffriggere un attimo. Aggiungete il pollo e fatelo cuocere un minuto per parte (essendo striscioline, mescolatele bene per farle cuocere da tutte le parti). Versate il succo ed abbassate la fiamma. Salate, aggiungete lo zenzero ed il prezzemolo. Dopo 5 minuti aggiungete gli asparagi e continuate a mescolare finché la cremina non si sarà un po’ rappresa.

Bocconcini di pollo al finocchietto

Oggi sono stata nella mia vigna ed ho raccolto un bel po’ di finocchietto, che ho pensato di utilizzare subito per un nuovo esperimento che, devo dire, è riuscito molto bene. Provatelo!

Bocconcini di pollo al finocchietto

Bocconcini di pollo (7/8 pezzi)
Farina qb
Sale e pepe
Finocchietto in abbondanza
Basilico (5/6 foglie)
1/4 di bicchiere di latte
1 cucchiaio di olio EVO

Infarinate i bocconcini di pollo. Lavate il finocchietto e tritatelo insieme a qualche foglia di basilico. Mettete il latte in una ciotola ed unite il finocchietto, il basilico, il sale ed il pepe; mescolate bene.
Scaldate una pentola antiaderente ed unite un cucchiaio d’olio; quando è caldo mettete il pollo e cuocete un minuto per parte a fiamma viva. Poi abbassate la fiamma e versate il latte con gli aromi. Fate cuocere a fuoco basso girando di tanto in tanto. 
Eventualmente potete aumentare il latte per ottenere più crema ed aggiungere del riso pilaf.

Fajitas di pollo light

Questa ricetta richiede una preparazione abbastanza lunga e, dato che rientra tra gli esperimenti da rivedere, inserirò anche altre versioni da cui potrete trarre ispirazione. Essendo un esperimento, ho fatto soltanto una tortillas, ma qui potete trovare le dosi per 12 pezzi.

Tortillas
20 gr. di farina (ci vorrebbe la masa harina ma non ce l’avevo)
30 gr. di acqua circa
1 pizzico di sale
Ripieno
1/2 zucchino
1/2 peperone
1/2 cipolla
2/3 bocconcini di pollo 
Succo di limone
Sale e paprika
1/4 di bicchiere di vino bianco secco
2 foglie di alloro
1 rametto di rosmarino
Salsa
15 gr. di fagioli precotti
Acqua calda qb
Sale e pepe
1 pezzetto (piccolissimo) di peperoncino
3 pomodorini pachino
1 cucchiaio di olui EVO
Preparazione Tortillas
Mescolate gli ingredienti e lavorate bene con le mani, versate un po’ di farina nelle mani per lavorare meglio l’ipasto. Lasciate raffreddare per 15/20 minuti. Mettete l’impasto tra 2 fogli di carta da forno e stendetela con il mattarello, fino a darle una forma rotonda, spessa 3/4 mm. Fate scaldare una padella antiaderente e scaldate l’impasto 1 minuto per parte; si devono formare delle macchie di colore più scuro sulla superficie. Conservate al caldo, sotto un canovaccio.
Preparazione Ripieno
Fate marinare il pollo per mezz’ora con vino bianco secco, alloro e rosmarino, girandolo ogni tanto.
Scolate e tagliate il pollo a pezzettini piccoli. Tagliate le verdure a strisce piccole e disponetele sulla griglia già calda insieme al pollo; versate del succo di limone, il sale e un po’ di paprika. Cuocete per circa 10 minuti.
Preparazione Salsa
Mettete i fagioli nel mixer insieme ai pomodorini e frullate. Aggiungete il sale, il peperoncino e il pepe e continuate a frullare. Versate 1 cucchiaio di olio EVO e l’acqua calda fino a che la crema diventi abbastanza liquida (in alternativa potete usare il latte, ma non spruzzate il limone). Mettete la crema sul fuoco e scaldatela leggermente.
Prendete la tortillas, spalmateci un po’ di salsa versate le verdure ed il pollo, arrotolate e mangiatela calda.
Io ho preparato una salsa con dei fagioli, ma potete utilizzare yogurt greco o le classiche salse.

Bocconcini di pollo alla paprika con pomodorini


Petto di pollo
Farina
Latte
Paprika
Sale e pepe
Rosmarino
Pomodorini pachino
Sedano tritato
Olio EVO

Tagliate il petto di pollo a tocchetti, eliminando le parti grasse. Infarinate i bocconcini e togliete eventuale eccesso di farina. In una padella antiaderente versate un filo d’olio (io ho provato a non metterlo ma poi si sente un po’ troppo la farina, potete provare con un pochino d’acqua), non appena si scalda mettete il pollo e fate cuocere a fiamma viva un minuto per parte. Nel frattempo versate un po’ di latte in una ciotola (io ho usato meno di metà bicchiere con 7/8 bocconcini) ed unite la paprika (2 cucchiai nel mio caso) ed il pepe (una spolverata). Abbassate la fiamma e versate il latte sul pollo, salate ed aggiungete il rosmarino tritato.
Lasciate cuocere fino a che il latte non si sarà quasi completamente addensato, girando di tanto in tanto.
Come contorno ho preparato dei pomodorini pachino con sedano tritato, olio e sale.

Zucchini ripieni con manzo

Come promesso, ecco qui una ricetta che prevede della carne, questa volta di manzo.

Zucchini ripieni

2 zucchini medi
100 gr di carne macinata di manzo (piemontese)
1 uovo
Pane grattugiato qb
Parmigiano qb
sale e pepe
Prezzemolo
Paprika
Timo
Olio EVO
1/2 spicchio d’aglio

Lavate gli zucchini, togliete le estremità e tagliateli a metà, fateli sbollentare in acqua leggermente salata per 10 minuti (devono ammorbidirsi per poter asportare la parte interna, ma non devono essere troppo molti, altrimenti si disfano). Utilizzate un coperchio, che riduce sempre i tempi di cottura. 
Con una schiumarola toglieteli dall’acqua e conservate quest’ultima calda per lavare i piatti oppure fredda (se non mettete il sale) per innaffiare le piante; cuocendo in acqua le verdure perdono parte delle proprie vitamine e dei minerali, che possono essere restituiti alla terra innaffiando le piante.
Lasciate raffreddare gli zucchini e tagliateli a metà, otterrete così 8 pezzi. Scavate la parte interna con un cucchiaino o con un coltello, facendo attenzione a non rompere i bordi. Gli zucchini diventeranno il contenitore per il ripieno di carne. Tagliate a pezzettini il ripieno delle zucchine e mettetelo in una ciotola, a cui aggiungerete la carne macinata e l’aglio tritato. Sbattete leggermente l’uovo, unite il prezzemolo, la paprika, sale e pepe. Ovviamente potete utilizzare le spezie che preferite. Versate l’uovo sul resto del composto, aggiungete 2 cucchiai di parmigiano e pan grattata a sufficienza per rendere il composto compatto (non deve però sgretolarsi). Con una forchetta o un cucchiaino mettete riempite gli zucchini.
Accendete il forno a 150°. Versate un filo d’olio sul fondo di una teglia, uniformando con le dita. Metteteci dentro gli zucchini ed infornate per una ventina di minuti. Verso la fine accendete il grill per 2 minuti.

Pollo al limone e broccoletti saltati

Mangio spesso il pollo al limone, perchè è molto semplice, veloce ed è uno dei pochi modi in cui riesco a far rimanere la carne tenera. Il problema delle carni bianche, infatti, trovo sia proprio la secchezza, che le rende proprio poco appetibili.
I broccoletti li ho scoperti da poco, prima non li mangiavo mai per quell’odore terribile che emanano quando vengono bolliti. Però ho scoperto che, aggiungendo del succo e buccia del limone e altre piante aromatiche, come la salvia o l’alloro, si sente molto meno. Invece la consistenza in bocca è molto gradevole.. Ecco qui la mia ricetta:

Pollo al limone

1 fettina di pollo per persona
Farina qb
Succo di 1/2 limone
Prezzemolo
Sale
Pepe
Un pochino d’acqua
Olio EVO

Infarinate per bene le fettine di pollo (ma va bene anche il tacchino), mettete una padella antiaderente sul fuoco a scaldare ed aggiungete un filo d’olio (io uso le padelle antiaderenti proprio per utilizzare pochissimo olio), adagiate le fettine e cuocete a fiamma viva 1 minuto per parte. Abbassate la fiamma e versate il succo di limone, io di solito lo allungo con un pochino d’acqua perchè non sia troppo acido. Unite sale, pepe e prezzemolo e rigirate fino a che non sia formata una cremina densa.
Broccoletti saltati in padella
1 broccolo
Succo di limone
1 spicchio d’aglio piccolo
Sale
Pepe
Olio EVO
Staccate dai broccoli tutte le punte, tagliate la parte più dura del gambo, spelate il resto e tagliato a rondelle abbastanza sottili. Lavate accuratamente sotto l’acqua. Mettete una padella antiaderente sul fuoco ed aggiungete un filo d’olio, quando sarà caldo unite l’aglio e lasciatelo rosolare 1 minuto (non troppo se no si brucia). Versate i broccoletti, lasciateli saltare un paio di minuti e togliete l’aglio. Cospargete con il succo di limone ed un filo d’acqua, salate, pepate e coprite con un coperchio. Fate cuocere circa 15 minuti, aggiungendo un pochino d’acqua se si dovesse asciugare troppo. eventualmente potete aggiungere anche altre spezie, come il curry, il cumino o la menta.

Risotto zafferano, vino rosso e salsiccia

Riso carnaroli (80 gr a persona)
Mezzo bicchiere di vino rosso corposo
Qualche pezzetto di salsiccia

Cipolla
1 bustina di zafferano
Burro 35 gr
Pepe
Prezzemolo
Brodo
2 foglie di alloro
2 cucchiai di parmigiano reggiano

Mettete il tegame sul fuoco a scaldare 1 minuto, aggiungete un filo d’olio EVO e un pezzetto di burro (25 gr circa).Tritate la cipolla finemente e versatela nel tegame a soffriggere un pochino, aggiungere la salsiccia tagliata a pezzettini e lasciare un paio di minuti. Unite il riso e tostate per qualche minuto. Versate il vino e lasciate evaporare. Alzate la fiamma, aggiungete l’alloro e versate un primo mestolo di brodo (io ne aggiungo 5 o 6 in tutto). Mescolate continuamente ed aggiungete altro brodo non appena quello precedente sarà stato assorbito.
Verso fine cottura sciogliete lo zafferano in un mestolo di brodo e versate sul riso. A fine cottura spegnete la fiamma, aggiungete parmigiano, una noce di burro, prezzemolo e un pò di pepe.

La cottura del riso è di circa 20 minuti, ma varia in base al tipo di riso utilizzato, alla fiamma e al tegame utilizzato. Personalmente ritengo che il tegame ideale sia di alluminio (meglio di rame stagnato) con i bordi bassi, in questo modo il brodo evapora più rapidamente ed il riso ha una cottura più uniforme.
Altrettanto importante poi è mescolare il riso con cucchiaio di legno (per non spezzare i chicchi) dal centro verso l’esterno.