Giorno 61: prendi una valigia, mettici dentro te stessa e parti.

Ci sono dei momenti in cui ci sente un po’ bloccati, fermi, in cui tutto scorre uguale e invece avresti bisogno di qualcosa di diverso, uno stimolo, un’emozione, un entusiasmo..
Sarà per il mio segno zodiacale, ma io ho un bisogno ciclico di stimoli, di novità, di cambiamenti..sono insofferente alla routine, ho bisogno di fermarmi ogni tanto e riscegliere le mie cose, le persone, le scelte, le strade..non sopporto le cose scontate, le abitudini, né in me stessa né negli altri.
Per fare questo, ho bisogno di prendere le distanze dal contesto e di vedermi in altre situazioni, con altri occhi.
Quello che succede nei viaggi. Liberarsi di tutto quello che ti accompagna quotidianamente, le etichette, le aspettative, quello che vorresti essere (ma non sei) e portare solo te stessa. O quello che credi di sapere di te. E, così, nuda, vedere altre culture, immergersi nelle abitudini, pensarti lì, come se quella potesse essere da oggi la tua nuova vita e vestirsi di quello che incontri nel viaggio. 

Parlare altre lingue, anche se non le conosci, muoversi per le strade, come se fossi a casa tua, incontrare le persone e condividere qualcosa. Perché sono le persone che incontri a rendere speciale il tuo viaggio, per quello che ti danno e per quello che ti “tirano fuori”.
Oggi ho conosciuto Natalia, 31 anni, Svizzera, camminava sotto la pioggia e si dirigeva “al sud” verso la Liguria a poi la Francia, senza una meta precisa, ma con tanta determi nazione a proseguire il suo viaggio per altri 15 giorni, prima del rientro. Pochi vestiti ed uno zainetto.

Non so nulla di quella ragazza ma quest’incontro mi ha fatto pensare che quando senti la necessità di partire lo devi fare, lo devi a te stessa, e non occorrono grandi mezzi (quelli che di solito mi fanno desistere perché “non è il momento”), ma solo un po’ di faccia tosta e di spirito di adattamento. 

E che la parte più importante del viaggio sono le persone che incontri e le loro storie…

Menu del giorno
Colazione: cereali, tè
Pranzo: risotto con asparagi e formaggi misti, assaggio di gelato
Cena: cinese au revoir (per un po’ non ci rivedremo), tisana

Attività fisica: nessuna….caccia alle sedie colorate!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s